Conati di riflessione

Sei la sorprendente regola di ogni legge di Murphy nota o sconosciuta, così come
Sei la la consueta eccezione di ogni ordinario ciclo vitale, di qualsiasi karmica, meritevole disposizione benevola del destino.
Che non dimentichi mai niente, o nessuno, neanche quando non ti riguarda nè per competenze, nè per appartenenza, è la regola pure,
con l'eccezione - direi non proprio dovuta - che di quanto sopra ti scordi sistematicamente, seppur ti riguarda in prima persona.
Credi fermamente ad una legge universale degli equilibri.
Probabilmente tu nei sei la valvola di sfogo, dovresti gioire di cotanto ruolo.

Le sere d'autunno

Le Sere d'autunno non servono ad altro
che a sfogliare fotografie della mente
 ed appunti riposti nel cuore, 
 a recitare a menadito tutte le spiegazioni scolpite nella testa. 
 E una pagina dopo l'altra sbucano, come foto spiegazzate e senza angoli, 
 immagini di me che mi fanno sentire persa. 
 Non provo più rabbia, né commiserazione, Né biasimo.
Soltanto un sottile dispiacere, 
 di quelli che si provano quando hai messo tutta te stessa in qualcosa, 
 e poi per un brusco movimento getti a terra vanificando ogni impresa. 
 E' rammarico, per lo spreco compiuto. 
 Lo spreco di te stessa, di tempo, di sentimenti, di occasioni ...e sì, di persone. 
 Soprattutto di occasioni, 
 E di persone che avrebbero meritato tempo, sentimenti, e te stessa.

Commenti

Post popolari in questo blog

7 Novembre 2016

Epifania

Cuore-Mente