Post

Visualizzazione dei post da 2018

SuperHero

Un superpotere non è nulla di trascendentale.
Voglio dire: non ha origini divine o aliene, niente di magico o miracoloso.
Credo che avere un superpotere, essere un supereroe, sia semplicemente avere la capacità di spostare energia buona da un punto all'altro, da una persona ad un'altra.
Praticamente un supereroe è una specie di fattorino.
Anche perché i supereroi fanno una vita piuttosto di merda.
Mi spiego meglio: Infanzie traumatiche, problemi di socializzazione e socialità, rapporti interpersonali quasi assenti o comunque marchiati dalla menzogna. Pensate a Batman o Superman, o l'incredibile Hulk.
Cioè, se un superpotere fosse qualcosa di magico, vuoi che non lo proverebbero prima e anche sulle loro vite?
E invece no, anzi. Solitamente più sistemano le vite altrui, più la loro si incasina.
Se portano gioia in un posto, probabilmente altrove 'sta gioia è venuta a mancare, e nelle situazioni di emergenza, evento tipico delle vite da supereroe, dove attingere se non a…

Un post-it scritto di sabato.

Immagine
La sofferenza non ti regala niente, almeno fin quando tu non ti decida ad abbracciarla.
Allora si rivelerà la più generosa donatrice.


Ti conosco mascherina

Le peggiori paure che ci portiamo dietro,
Non sono quelle ignote e insondabili.
Sono quelle che abbiamo già attraversato,
Quelle che sappiamo esattamente quanto in fondo, al buio, nel caos ci trascineranno.
Le peggiori paure le abbiamo già guardate in faccia mentre ci stavano divorando dalle guance.


Nato all'ombra (reloaded)

Semplicemente un seme gettato un poco più in là e la vita che aspetti, che forse ti spetta, diventa una fatica. Eppure non sembra che tu sia diverso o lontano dal resto del campo.

Ma un girasole nato all'ombra ha tutto un altro destino. Non ha la testa altezzosa e fiera baciata dai raggi, ma sciarpe di vento buio lo avvolgono, e questa testa, seppure ricerchi disperatamente la luce, a volte si abbassa dalla fatica del suo vivere. Sempre in affanno, asincronico dal mondo, quello facile degli altri. E nonostante questa vitale mancanza, è uno di loro, bello alla pari di loro. E questa è la tua ulteriore grandezza: Vivere per i tuoi meriti, e non solo di luce assorbita. 25.07.2008

Emma, un anno di lei.

Nuda e cruda

Immagine
Non dire degli uomini che essi non sono empatici con i desideri e le necessità femminili. Li ascoltano invece, e finiscono pure per assecondarli.
Il punto è che possono far finta che una donna non ne abbia qualora essa non li espliciti, per puro orgoglio, o per senso di libertà, di autonomia, o rispetto dell'intelligenza altrui. 
Ma... Ignorare solleva da ogni responsabilità, anche sentimentale. 
Quindi donna, ti conviene chiedere, essere pretenziosa sempre, come se da questo dipendesse tutta la tua esistenza.
Non importa ciò che dicono riguardo la pedanteria e l'indipendenza: una donna emotivamente dipendente nutre il loro infantile orgoglio, è qualcosa che finiranno per ricercare sempre, pur di sentirsi un po' più uomini.

Gesti d'amore

Ogni bambino si diverte tantissimo con le pernacchie.
Fin da quando era piccolissima, con Cecilia abbiamo sempre fatto a gara: all'inizio bastava solo accennarle per scatenare grosse risate e per me, per la mia abilità mimica dico, era l'ideale. Poi man mano che cresceva la furbetta ha preso a rispondere e a rilanciare, e lì ho dovuto inventare un escamotage.
Come oggi, che mentre le cambiavo il pannolino ha preso a stuzzicarmi inondandomi - letteralmente - di sbruffi e pernacchie.
Lo stratagemma che uso affinché le mie siano pernacchie altrettanto potenti è di mettere un dito sull'estremità destra della bocca, come una zeppa: come il segno del silenzio, per capirci, ma spostato.
Che risate! Lei almeno, perché a me quando ho visto che aveva cominciato a spernacchiarmi col ditino vicino alla sua bocca, esattamente come me, mi si è annodata la gola e bagnate un po' le guance.
Ecco, io credo che l'amore sincero sia  quando qualcuno non si limita a riconoscere il tuo e…