Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2016

Che idea

Dovrei segarti le gambe fin sopra il ginocchio,
Per abbassarti,
Per poterti mangiare comodamente sulla sommità del capoccione,
Appoggiando i gomiti sulle tue spalle mentre mastico, fino a conficcarceli dentro.
Dovrei farlo, per riequilibrare le cose,
Per metterti dove ti meriteresti.
Per mettermi dove io merito.
Dovrei farlo, ma soffriresti.
E io non posso proprio sopportare nemmeno l'idea.

Abra Cadabra

Le canzoni sono formule magiche.

Non sempre sono perfette o del tutto affascinanti, ma hanno qualcosa,

nella metrica, le rime o le parole, che suscita l'incantesimo.

Come macchine del tempo ti sanno riportare in un dato momento,

e fanno di più: ti strappano da dentro quella emozione, esponendola ancora al mondo.

Pensare a chi, cosa, o dove tu l'abbia provata non servirebbe allo stesso scopo:

ormai l'emozione è andata come andate sono le persone, i momenti e i luoghi.

Ma le canzoni, alcune canzoni, sanno riproiettare le emozioni così, scevre da ogni contesto,

 rendendole vive e immortali, forse persino più brillanti.

Le canzoni praticano la magia.

A volte bianca, a volte nera, ma pur sempre magia.