Risvegli notturni

Quando nel sonno più abissale
annulli ogni spazio di cotone
e sprofondi col viso
fino a incastrare il naso nella mia nuca,
e Inspiri, così profondamente da sembrare il mare,
da farmi tremare il cuore,
Tu respiri il mio sapore...

...E Io muoio un po', ecco.

Commenti

cry ha detto…
Tesoro dove sei?

Post popolari in questo blog

Epifania

Cuore-Mente

Presbiopia