Conati di riflessione

Sei la sorprendente regola di ogni legge di Murphy nota o sconosciuta, così come
Sei la la consueta eccezione di ogni ordinario ciclo vitale, di qualsiasi karmica, meritevole disposizione benevola del destino.
Che non dimentichi mai niente, o nessuno, neanche quando non ti riguarda nè per competenze, nè per appartenenza, è la regola pure,
con l'eccezione - direi non proprio dovuta - che di quanto sopra ti scordi sistematicamente, seppur ti riguarda in prima persona.
Credi fermamente ad una legge universale degli equilibri.
Probabilmente tu nei sei la valvola di sfogo, dovresti gioire di cotanto ruolo.

Solo...

...Ognuno sta
con i suoi spilli puntati al fianco,
a contarli,
sfilando e rinfilando più a fondo.
Come se
solo da quel volontario togli e metti
dipendesse il ritmo del proprio respiro,
il palpito del proprio cuore.

Commenti

Anonimo ha detto…
...

io
cry ha detto…
Già, e poi chissà perchè, a volte ci facciamo più male del dovuto.
Un abbraccio :*
ogerius ha detto…
Meglio spilli nel fianco che spine di cactus nel culo, come wilcoyote a fine cartone.


Punzecchiarsi con metodica continuità potrebbe essere una buona via di risveglio.
Sarik ha detto…
dipende, magari sono spilli vecchi che ti dànno l'illusione di essere continuamente preso di mira dalla "Vita".
Una gran bella scusa per continuare a crogiolarsi, insomma.

Post popolari in questo blog

7 Novembre 2016

Epifania

Cuore-Mente