Conati di riflessione

Sei la sorprendente regola di ogni legge di Murphy nota o sconosciuta, così come
Sei la la consueta eccezione di ogni ordinario ciclo vitale, di qualsiasi karmica, meritevole disposizione benevola del destino.
Che non dimentichi mai niente, o nessuno, neanche quando non ti riguarda nè per competenze, nè per appartenenza, è la regola pure,
con l'eccezione - direi non proprio dovuta - che di quanto sopra ti scordi sistematicamente, seppur ti riguarda in prima persona.
Credi fermamente ad una legge universale degli equilibri.
Probabilmente tu nei sei la valvola di sfogo, dovresti gioire di cotanto ruolo.

Prigione invisibile

C'è un piccolo uccellino con una catenella alla zampa,
che pena, che tristezza vederlo battere forte le ali per spezzare quel legame imposto!
Si agita e si dibatte, ma il legame è troppo forte e non lo lascerà volare libero.
Quel volo senza meta, infonde in lui coraggio e rispetto, perchè combatte, non accetta passivo quella prigionia.
Ora, immagina lo stesso esserino, magari immobile su un trespolo senza nessuna gabbia, ma un tenue invisibile filo lo lega.
E' un filo che egli stesso ha tessuto, che conosce bene, o forse credeva di conoscere.
L'uccellino non si dibatte. E ciò mi crea tanta angoscia!
Non si dibatte perchè quel perverso legame non si vede, ma lui sa di averlo, e a lui non si ribella.
Guarda il cielo l'uccellino, lo agogna! Ma non ha il coraggio di volare.
Una prigione invisibile è peggio di qualsiasi sbarra.

Commenti

Post popolari in questo blog

7 Novembre 2016

Epifania

Cuore-Mente