Conati di riflessione

Sei la sorprendente regola di ogni legge di Murphy nota o sconosciuta, così come
Sei la la consueta eccezione di ogni ordinario ciclo vitale, di qualsiasi karmica, meritevole disposizione benevola del destino.
Che non dimentichi mai niente, o nessuno, neanche quando non ti riguarda nè per competenze, nè per appartenenza, è la regola pure,
con l'eccezione - direi non proprio dovuta - che di quanto sopra ti scordi sistematicamente, seppur ti riguarda in prima persona.
Credi fermamente ad una legge universale degli equilibri.
Probabilmente tu nei sei la valvola di sfogo, dovresti gioire di cotanto ruolo.

Inventi la Poesia

E in fondo in fondo, sono ancora in viaggio, alla ricerca di un posto, un momento, un paio di occhi da inventare.
Da cui farmi inventare.




"Inventi le mie forme, Lo stile, è quello tuo Poso per ore davanti a te, Mi dipingi di sole, anche se non c'è A un tratto, trovo me! Inventi quei colori, Le ombre su di me Poi chiudo gli occhi sul nome mio, Quel che inventi son sogni, son sempre io Mi sento, dentro te! Poi, mi scopro lì a volare il cielo su di me, Mentre la mia mano cerca te Arrossisci un po' Ma non vuoi più mandarmi via. Inventi, la poesia! Inventi quella luce, Ma sono gli occhi miei! Mentre ti guardo io non so più, Dove finisco io e cominci tu, Il sogno, la realtà Ogni volta io rinasco nei pensieri tuoi, Colorato e folle più che mai! Arrossisci un po' Ma non vuoi più mandarmi via. Inventi, la poesia!"

Commenti

Post popolari in questo blog

7 Novembre 2016

Epifania

Cuore-Mente